Crea sito
 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

Eccoci qua!

Questi siamo noi, coloro che stanno dietro alla Tana del Lupo: i fondatori, i membri ed i collaboratori, quelli che, chi più chi meno, lavorano alacremente ogni mese.

Come leggerete, la Tana è costituita da un gruppo di persone che a volte percorrono Vie comuni ed altre volte no. Questo è ciò che vogliamo: sebbene la Tana sia orientata verso una specifica direzione di pensiero, vogliamo che anche chi non segue la stessa Via dei fondatori abbia la facoltà di prendere la parola e costruttivamente collaborare con traduzioni o materiale proprio, sì da poter confrontare vari punti di vista e ricavare dell' utile da ogni direzione e veduta, specialmente laddove i punti di vista si incontrano.

Ed eccoci qua svelati per voi...

 

 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

Io sono il Lupo,

ventinovenne fondatore ed ideatore della Tana del Lupo, nonchè programmatore della stessa.

Studio esoterismo sin da quando ero molto giovane, e, modestia a parte, già allora con la stessa serietà di sempre, ben diversa rispetto, ad esempio, a quella di alcuni vecchi amici nonchè allora "fratelli", che si allontanarono dalla o addirittura abbandonarono la Via, sebbene avessimo, nella maniera in cui possono fare dei quindici-sedici-dicasett-enni, costituito un gruppo ed addirittura aperto un sito, "l' Ateneo di Lucifero" (progetto ridottosi ad aborto a causa appunto della non identica serietà degli altri membri, e fu un vero peccato).

Essendosi oramai il gruppo guadagnato una certa "fama" in un paio di scuole superiori, si ridusse ad essere una calamita per le ragazze, ufficialmente interessate alla dottrina, ma in verità interessate a ben altro...

Menziono un solo caso, perchè sono qui a parlar di me e non di altri, ma lo faccio tanto per menzionarvi uno dei motivi per il quale il gruppo si disgregò ed elevare ad exemplum peium il seguente: un mio vecchio caro ed intimo amico, quello con cui fondai la congrega tra l' altro, si allontanò dalla Via perchè CONVINTO di potersi trasformare REALMENTE in vampiro o lupo mannaro... ma non con lo studio e la pratica magica, bensì giocando al celebre gioco di ruolo "Vampyre: the Masquerade" e tramite l' autoconvincimento, privandosi di cibo e bevendo il proprio sangue. Patologia molto diffusa negli USA tra gli accaniti giocatori dei giochi di ruolo questa, dove gli individui si identificano con il personaggio creato nella loro scheda di gioco perchè insoddisfatti della propria identità...

Dopo la disgregazione del gruppo, continuai nello studio e nella pratica, tra periodi di studio più o meno intensi, frequentando convegni neopagani, feste celtiche, associazioni culturali (di cui una purtroppo smisi di frequentare nel 2005 per poi riprendere a rifrequentare nel 2014).

Ebbi un esperienza con un gruppo iniziatico Thelemico da cui mi allontanai perchè schifato dai meccanismi di raccomandazioni, per aver constatato che i membri non meritavano affatto il grado che portavano, per invidie e pettegolezzi, per il fatto non si tenesse conto dell' autoiniziazione e di quanto ottenuto in solitaria e soprattutto perchè accusato (e la cosa che rese più grave il tutto è che tutto partì da novellni, mentre io ero conosciuto da anni) di aver fatto cose che MAI feci, come ad esempio assumere l' identità virtuale del capo di una sezione e di aver parlato in sua vece ed a nome dell' ordine, o di aver sbandierato ai quattro venti di essermi portato a letto ragazze dell’ ordine che non mi portai a letto mai. In sostanza ero antipatico e vollero sbarazzarsi di me.

In merito ai miei esordi nel mondo dell' esoterico, tutto per me cominciò con la lettura di un testo di un gruppo Italiano non più esistente, che preferii alla Bibbia Satanica; sì, perchè il gruppo era di matrice LaVeyana. Sbranai il testo in una sola notte e tramite quella lettura tutto cominciò CONSAPEVOLMENTE, sì,  perchè da sempre mi ero sentito "diverso", e sin da piccolo mi ponevo più domande dei miei coetanei e mi interessavo di mitologia. Ed a partire da quel giorno cominciai consapevolmente a percorrere la Via, a percepire e ad alimentare la Fiamma Interiore di Hadit, il Khabs.

All' epoca mi consideravo LaVeyano Luciferiano. Anni dopo, dato che fra le tante letture il più delle volte mi imbattevo in testi di Crowley e facevo molto riferimento agli insegnamenti teorici del Magick, poco per volta traslai fino a considerare me stesso Thelemita.

Sono laureato in Comunicazione Interculturale ed i miei principali interessi - non in ordine di importanza - sono la Qabalah, la Tarologia, la Runologia, la Magia Cerimoniale ed Astrale, i Viaggi Astrali, la Chaos Magick, la Via della Mano Sinistra e lo Sciamanesimo... e non solo…

 ESCAPE='HTML'

Fin da piccola l’attrazione verso i misteri ha spinto il mio animo alla ricerca di una via di crescita spirituale, di una via che nutrisse la mia essenza, che riempisse il mio essere.

Ho studiato diverse correnti, dalla magia salomonica alla stregoneria, passando per il misticismo occidentale e l’alchimia, giungendo una quindicina di anni fa alla via di Thelema di Aleister Crowley..
Fa ciò che Vuoi sarà tutta la Legge; Amore è la Legge, Amore sotto il dominio della Volontà è il motto che guida la mia esistenza, la mia ricerca della Vera Volontà.
Una volontà che ogni individuo dovrebbe avere ben chiara se volesse esaudire la sua Grande Opera; il primo gradino di questa lunga salita è la distruzione dell’ego che ci svia subdolamente da essa e che giorno dopo giorno dovrebbe essere annichilito.

Amo leggere, visitare luoghi abbandonati, investigar leggende, amo il cinema fantasy anni ’80 cosi come la sua musica.

Ad oggi sto lavorando alla mia tesi in Storia Medievale che tratterà del Diavolo nelle fonti storiche medievali, e della sua iconografia nell’arte medievale, mi occupo inoltre di Storia, arte, eresie, esoterismo religioni e sciamanesimo oltre ad essere la Cofondatrice del sito la Tana del Lupo

 ESCAPE='HTML'

Nel testo “Modern Wicca- A History from Gerald Gardner to the Present” di Micheal Howard si parla di me come il primo autore wiccan italiano. Ho scritto infatti due libri sul questa spiritualità: “Wicca – La nuova era della Vecchia Religione” (2007) e “La visione della Sabba – i rituali nella Wicca” (2009). Ho anche curato “L’essenza del neopaganesimo” (2008) e “I Principi della Wicca” (2011). Oltre ad essere un autore, sono anche un Gran Sacerdote Wiccan, iniziato alla tradizione gardneriana / alexandriana. Nel 2002 ho fondato il "Circolo dei Trivi", la prima associazione Wiccan italiana di cui sono tuttora presidente e ho creato la rivista “Athame”, oggi un blog, dedicata a questa religione e più in generale al Neopaganesimo.
La Wicca per me è un cammino di conoscenza e di consapevolezza. Riscoperta delle antiche tradizioni, non in un’ottica nostalgica ma che guarda invece al mondo che verrà e che è disposta a raccogliere le sfide del futuro in modo responsabile. È un percorso mistico che ci porta a ritrovare il divino nella natura e in noi stessi attraverso un approccio panteista che crede che il divino, quell’energia che sta dietro ad ogni cosa nell’universo, sia presente nell’universo stesso e dentro di noi e si esprima attraverso una molteplicità di dei e di forze cosmiche. Ma è anche un cammino magico perché ci porta all’utilizzo consapevole di questa energia che viene impiegato per l’evoluzione di ciascun individuo: la magia nella Wicca, ben lungi dall’essere superstizione o fede in poteri soprannaturali, è una tecnica che ingloba meditazioni, visualizzazioni, esercizi di respirazione e conoscenza e rappresentazione dei simboli della tradizione esoterica occidentale, in poche parole è lo Yoga dell’occidente

 ESCAPE='HTML'

La mia poesia si presenta come una voce di rottura nei confronti dei tradizionali valori borghesi attraverso i quali la moderna società borghese ha celebrato sè stessa, propri uomini liberali nonchè propri intellettuali libertari.
Pura apparenza.
Ha edificato altari alla propria ragione, ha tentato di dare una definizione a tutto l' indefinibile e ha costruito subdole gabbie mentali che solo coloro che si vogliono rifare ad una Poesia Autentica possono smascherare.
Sono versi pungenti, color Terra e Sangue, contro i quali ci si scaglia violentemente senza possibilità di fuga all' inganno della bella famiglia e della religione si contrappone un linguaggio forte in cui Dio ed i suoi beati si riducono a personaggi mitologici ed in cui la famiglia non è sempre quel nido di sicurezza che dovrebbe essere.
L' ambiguità si nasconde ovunque e lo smascheramento è in atto; d' altro canto, cos' è la Poesia se non presa rivoluzionaria di coscienza, anticipazione di fratture, rottura di tradizione?
La Poesia non può essere pura commemorazione, ma deve avere un ruolo pratico nel cambiamento... altrimenti muore.
L' Azione prima di tutto.
 

 ESCAPE='HTML'

Sono una ragazza del Nord Italia, Satanista da circa otto anni. Mi sono avvicinata in un periodo molto doloroso della mia vita, quando nulla ad eccezione della carriera scolastica mi dava soddisfazione. Ero cattolica, ma non trovavo nella preghiera alcun conforto, quindi ho deciso di lavorare sulla mia spiritualità, di cercare un’altra via.

Per distrarmi dalle delusioni affettive e allo stesso tempo cercare conforto mi sono avvicinata al Satanismo. Non è stato facile trovare materiale per informarsi tramite internet, ma non mi sono arresa e ho finalmente scoperto la Bibbia Satanica di La Vey. Non ero del tutto soddisfatta perché credente, ma devo dire che mi è stata molto utile. La stessa cosa è avvenuta anni più tardi con il sito di Joy of Satan, che mi ha insegnato tante nozioni a livello pratico, ma con il quale non concordo totalmente a livello teorico.

Riflettendo ho deciso di non aderire per ora ad alcuna corrente, di vedere la spiritualità a modo mio.

Altre mie passioni sono la scrittura, la fotografia, il disegno, la storia e le camminate in mezzo all a natura.

 ESCAPE='HTML'