Crea sito
 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

 ESCAPE='HTML'

 

Molte scuole iniziatiche ritengono che lo stato di densa materia sia una condizione da cui scappare. Le nozioni del salire ad un piano superiore di vibrazione spirituale, abbandonando la Ruota Karmica di morte e di nascita, raggiungendo lo stato dello Spirito puro ect., avvallano tutte la supposizione che la partecipazione alla vita della Materia è indesiderabile e inferiore rispetto a condizioni “superiori” di esistenza.

È facile comprendere come questa attitudine si sia sviluppata e mantenuta lungo i millenni – l’immaginazione umana opera al di là delle restrizioni delle leggi che governano la materia; quello che può essere immaginato, ma non manifestato fisicamente, genera desideri destinati alla frustrazione. La frustrazione a sua volta genera rabbia che alla fine si raffina in disprezzo. L’immaginazione fornisce un corso di azione alternativo, quantunque illusorio, per quelli che sono riluttanti ad accettare il dominio della legge fisica – uno stato di esistenza enunciato al di là della materia nel quale il desiderio non nasce, o, in alcune variazioni, può essere soddisfatto senza alcuna difficoltà.Il corso di azione dell’immaginazione frustrata è una serie di prescrizioni di meditazioni, azioni, per cercare una ascensione dell’individuale dalla Materia allo Spirito. Estremi di ascetismo, persino fino al punto dell’auto-lesionismo, sono stati perseguiti lungo i tempi nella ricerca della libertà dalle restrizioni percepite nella materia.

Invece, coloro che hanno accettato le leggi fisiche come “reali” hanno imparato ad utilizzarle a loro vantaggio ed hanno superato le restrizioni apparentemente imposte da esse. Invece di cercare di superare le restrizioni del peso, massa e gravità attraverso il digiuno e la disciplina, l’ingegnere aerospaziale costruisce un veicolo non soltanto capace di volare ma con la facoltà di utilizzare interamente la forza gravitazionale della terra. Invece di aspirare alla moltiplicazione dei pani e dei pesci in agricoltura il ricercatore lavora pazientemente per sviluppare migliori raccolti dalle varietà di messe alimentari delle piante.

Gli esempi sono numerosi. Come specie l’Uomo sta costantemente superando le restrizioni precedenti nel piano fisico attraverso la scienza, la tecnologia, l’arte e l’ingegneria.Nella tradizione occulta occidentale, il disprezzo per la Materia appare in grande frequenza tra coloro che si classificano come membri della “Grande Fratellanza Bianca”. Riguardo al settore della pratica Magica, l’antimaterialismo si traduce nella anti-sessualità, un orrore automatico della carne e dell’uso dei genitali come mezzi per generare potere Magico.

Questo orrore potrebbe aver origine in parte dalla pudicizia Apollinea associata alla Cristianità – un precoce apprendimento della morale può colorare il punto di vista di una persona per il resto della sua vita. Cosa più importante, d’altro canto, è la sequenza frustrazione-rabbia-disprezzo che sorge da una immaginazione non integrata. Vi sono leggi naturali che governano l’applicazione dello sforzo ad una situazione, e soltanto una corretta comprensione di queste legge permette una azione efficace.

La Materia Magica è utilizzata in qualunque situazione come occasione o contatto che connette l’operatore con i componenti che necessitano di cambiamento. La Magick opera sul principio della sincronicità direzionata, nella quale gli eventi apparentemente non connessi hanno luogo come se vi fosse una relazione causale tra di essi. Uno crea un talismano, lo carica e lo distrugge in un processo a due stadi con cui un oggetto fisico è utilizzato per creare una impressione sul mestruo astrale o non materiale, che in seguito (o simultaneamente o precedentemente) influenza gli eventi materiali in modo tale da farli avvenire in conformità con la volontà dell’operatore. Uno formula un germe di cambiamento, lo codifica nei materiali appropriati, rilascia il desiderio codificato in uno qualsiasi di una serie di metodi, e avanza verso il compito successivo, confidando che la semina astrale sarà effettiva.Il piano fisico e le sue leggi forniscono i mezzi, i metodi e i fini per l’opera della Magick – la fonte della nostra frustrazione/tristezza è anche la fonte della nostra gioia. Esseri di puro spirito possono essere Mistici, ma non Maghi.

La terra, il sistema solare, l’Universo della realtà fisica è temporaneamente la nostra casa; un dono benedetto del e per il nostro Essere – così che noi possiamo sperimentare il Cambiamento e godere dell’opera della Volontà in esso.   

 

 ESCAPE='HTML'

 ESCAPE='HTML'

Many schools of Initiation hold that the state of dense matter is a condition from which to escape. The notions of rising to a higher plane of spiritual vibration, getting off the Karmic Wheel of death and birth, attaining to the state of pure Spirit, etc., all foster the assumption that participation in the life of Matter is undesireable and inferior to "higher" conditions of being.

It's easy to understand how this attitude developed and was maintained over the millenia--the human imagination operates beyond the restrictions of the laws governing matter; what can be imagined, but not manifested physically, generates desires doomed to frustration. Frustration in turn generates anger, which eventually refines itself into disdain. The imagination provides an alternative, albeit illusory, course of action for those unwilling to accept the governance of physical law--a posited state of existing beyond matter in which desire either doesn't anise, or, in some variations, can be satisfied with no difficulty.

The frustrated imagination's course of action is a regimen of meditations, deeds, and seeking an ascension of the individual from Matter to Spirit. Extremes of asceticism, even to the point of
self-injury, have been pursued over the ages in the quest for freedom from matter's perceived
restrictions.

In contrast, those who have accepted the physical laws as "real," have learned how to use them to advantage and have overcome the restrictions seemingly imposed by them. Instead of seeking to overcome the restrictions of weight, mass, and gravity by fasting and discipline, the aerospace engineer builds a vehicle capable not only of flight, but with the ability to escape earth's gravitational pull entirely. Instead of aspiring to the multiplying of loaves and fishes, the agricultural researcher works patiently to develop higher yields from the food crop varieties of plants.

The examples are numerous. As a species, Man is constantly overcoming former restrictions in the physical plane through science, technology, art, and engineering.

In Western occult tradition, the disdain for Matter appears with great frequency among those who classify themselves as members of the "Great White Brotherhood." Concerning the area of Magickal practice, antimaterialism translates as antisexuality, an automatic horror of the flesh and of using the genitals as means of generating Magickal power.

This horror may originate, in part, from the Apollonian prudery associated with Christianity--early training in morality can color one's viewpoint for life. More importantly, though, is the frustration- anger-disdain sequence arising from the unintegrated imagination. There are natural laws that
govern the application of effort to a situation, and only a correct understanding of these laws
permit effective action.

The Materia Magicka in any situation is used as a handle or link connecting the operator with the components in need of change. Magick operates on the principle of directed synchronicity, in
which the seemingly-unconnected events happen as though there were a causal relationship
existing between them. One creates a talisman, charges it and destroys it in a two-step process by which a physical object is used to create an impression on the nonmaterial, or astral menstruum, which later (or simultaneously, or previously) influences material events to occur in conformity with the operant's will. One formulates a seed of change, codes it into the proper materials, releases the coded desire by any of a number of methods, and goes on to the next task, confident that the astral sowing has been effective.

The physical plane and its laws provide the means, methods, and ends for the working of  Magick--the source of our sorrow/frustration is also the source of our joy. Beings of pure spirit can be Mystics, but not Magickians.

The earth, solar system, the Universe of physical reality is our home, temporarily; a blessed gift of and to our being--that we might experience Change and enjoy the working of Will in it.