Crea sito
 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

Incapace di trovare una definizione che trovassi soddisfacente, mi sono attaccato al browser.

Tentando di trovare la radice Latina, la più vicina che trovai fu “egregius”, che significa “distino” o “illustre”. Figo, ma non sembra correlato del tutto.

 

n.d.t.: La Tana del Lupo ci tiene a farvi sapere che, etimologicamente parlando, la radice di Eggregora non è Latina, bensì Greca. Il termine deriverebbe, quasi coincidendo, con il passato perfetto del verbo irregolare (irregolare come nel Latino del resto, che ha come paradigma: Fero, Fers, Tuli, Latum, Ferre), il cui significato è “portare”. Equivalendo tale forma verbale – non esistente in Italiano – al participio passato, lo si può tradurre come ”che è stato portato”, un significato che calza a pennello con la definizione di Egrregora, un’ entità eterico-psichica che viene “portata avanti” nel corso tempo, prolungando la sua esistenza ed aumentando il suo potere, con l’ alimentazione del gruppo che l’ ha creata o rievocata.

 

Il testo seguente proviene da un articolo di Gnosis scritto da Gaetan Delaforgem, “La Tradizione Templare: ieri ed oggi”

..."Un’ Eggregora è un tipo di mente di gruppo che viene creata quando le persone si adunano per uno scopo comune. Ogni volta che le persone si adunano per fare qualcosa, viene formata un’ Eggregora, ma, a meno che si tenti di alimentarla deliberatamente, essa si dissiperà rapidamente. In ogni caso, anche se le persone desiderano alimentarla e conoscono le tecniche per come farlo, l’ Eggregora continuerà a crescere in forza e può durare secoli.

Un Eggregora possiede la caratteristica di avere un efficacia più grande della semplice somma dei suoi membri individuali, Essa interagisce continuamente con i suoi membri, influenzandoli e venendo influenzata da essi. L’ interazione opera positivamente stimolando ed assistendo i suoi membri, ma solo finchè essi si comportano ed agiscono in linea con il suo scopo originale. Essa stimolerà sia individualmente che collettivamente tutte quelle facoltà nel gruppo che permetteranno la realizzazione degli obbiettivi del suo programma originale. Se questo processo verrà continuato per un lungo periodo, l’ Eggregora assumerà una forma di vita propria. Potrà diventare così forte che persino se tutti i suoi membri dovessero morire, essa continuerebbe ad esistere nelle dimensioni interne e potrà essere contattata anche secoli dopo da un gruppo di persone preparate a vivere le vite dei fondatori originali, in particolar modo se avranno intenzione di fornire l’ input iniziale di energia per farla continuare ad esistere ancora.

Se l’ Eggregora è incentrata su attività spirituali o esoteriche la sua influenza sarà ancora più grande. Coloro che ne scoprono le chiavi possono attingere da una potente Eggregora rappresentante, ad esempio, una tradizione spirituale o esoterica, e potranno, se seguiranno la linea descritta sopra di attivazione e di mantenimento di tale Eggregora, ottenere accesso alle abilità ed alle conoscenze, e guidare tutto ciò che è stato accumulato in quell’ Eggregora sin dalla sua nascita. Un gruppo o un ordine che si propongono di fare ciò, possono. Con chiara coscienza, rivendicare di essere un ordine autentico della tradizione rappresentata da quell’ Eggregora. A mio parere, questo è il solo metro con cui un Ordine Templare genuino può essere misurato”

 

A parte i discorsi in merito agli ordini, non c’è male.

 

 ESCAPE='HTML'

 

Nel Necronomicon di Simon, ricordo che “l’ Osservatore” (the ”Watcher”) era detto essere del “Genus Egrogorus”, o qualcosa del genere. Ho anche sentito usare questo termine affiancato a quello di “Angelo”

 

Dal “Dizionario del Mago” di E.E: Rehmus:

EGGREGORE
Osservatori, entità forme pensiero create tramite visualizzazione, rituale e simili. Giungono in gruppi collettivi. Esse sono qualcosa di simile agli Angeli, eccetto che sono relativamente senza mente ed inclini a voler seguire ordini. Alcuni UFO potrebbero essere Egrregore.

 

 Da http://www.mcs.net/~alchemy/eso_1.html(non più esistente...):

Un secondo ragionevole motivo per insistere su questo punto è il soggetto delle Eggregore. Essa è l’ entità psichica ed astrale di un gruppo. Ogni membro del gruppo, una famiglia, un club, un partito politico, una religione o persino un paese, sono psichicamente inclusi nell’ Eggregora dell' organizzazione cui appartengono. Ovviamente, ognuno di noi appartiene a più di un eggregora per volta. Quindi, ogni persona che fa parte di un gruppo riceve le influenze delle eggregore, che è la contro parte astrale del gruppo, nella propria psiche. Questo processo è inconscio. Gli svantaggi che ne derivano sono, primo, un pò di influenza psichica  perturbante nella maggior parte dei casi, e secondo, una restrizione della libertà interiore. E' impossibile liberarsi da certe eggregore, per esempio l' eggregora del paese in cui vivi. Dovremmo comunque liberarci dalle eggregore che non sono indispensabili. Un' eggregora in verità cresce assorbendo il supporto dei membri che la costituiscono che, in cambio, mediante le loro ripetute azioni la vivificano, in qualche modo aiutandola a mantenere il suo potere. Per un principiante, qui è dove giace il pericolo, tanto più perchè la tendenza dell' uomo a cercare protezione, il prezzo della quale è spesso una perdita di libertà. Vorremo qui enfatizzare che l’ associazione “i Filosofi della Natura” non compie alcun rituale di gruppo al fine di ridurre l’ influenza della sua Eggregora al minimo.

 

 ESCAPE='HTML'

Unable to throw out a definition that satisfied me, I turned to the browser.

Trying to find the Latin root, the closest I got was "egregius", meaning distinguished or illustrious. Cute, but doesn't sound related.

 

[Tana del Lupo Note: we want you to know that, etymologically speaking, the root of "Egggregora" is not Latin, but Greek. The term derives, almost conciding, with the past perfect of the irregular verb "Phero"(irregular just ike in Latin, whose paradigm is: Fero, Fers, Tuli, Latum, Ferre), whose meaning is "to bring". Because this verbal form does not exist either in Italian or in English, but being equivalent to our past participle, we can translate it with "that has beeb brought", a meaning that fits perfectly with the definition of Eggregore, an etheric-psychic entity that "have been brought" over time, prolonging and increasing his power, by the alimentation of the group that created or rievocated it.]

 

This following is from Gaetan Delaforgem from a Gnosis article, "The Templar Tradition: yesterday and today":

..."An egregore is a kind of group mind which is created when people consciously come together for a common purpose. Whenever people gather together to do something and egregore is formed, but unless an attempt is made to maintain it deliberately it will dissipate rather quickly. However if the people wish to maintain it and know the techniques of how to do so, the egregore will continue to grow in strength and can last for centuries.

An egregore has the characteristic of having an effectiveness greater than the mere sum of its individual members. It continuously interacts with its members, influencing them and being influenced by them. The interaction works positively by stimulating and assisting its members but only as long as they behave and act in line with its original aim. It will stimulate both individually and collectively all those faculties in the group which will permit the realization of the objectives of its original program. If this process is continued a long time the egregore will take on a kind of life of its own, and can become so strong that even if all its members should die, it would continue to exist on the inner dimensions and can be contacted even centuries later by a group of people prepared to live the lives of the original founders, particularly if they are willing to provide the initial input of energy to get it going again.

If the egregore is concerned with spiritual or esoteric activities its influence will be even greater. People who discover the keys can tap in on a powerful egregore representing, for example, a spiritual or esoteric tradition, will, if they follow the line described above by activating and maintaining such an egregore, obtain access to the abilities, knowledge, and drive of all that has been accumulated in that egregore since its beginnings. Agroup ororder which manages to do this can, with a clear conscience, claim to be an authentic order of the tradition represented by that egregore. In my view this is the only yardstick by which a genuine Templar order should be measured."

 

Aside from the shite about orders, not too bad.

 ESCAPE='HTML'

In Simon's Necronomicon, I recall that the Watcher was said to be of "the genus Egregorus" or somesuch. I have also heard the term used alongside "Angel".

 

From EE Rehmus' Magician's Dictionary:

EGREGORS
Watchers, thought-form entities created by visualization, ritual and such. They come in collective groups. They are somewhat like angels, except that they are relatively mindless and quite willing to follow orders. Some ufos may be egregores.

 

From http://www.mcs.net/~alchemy/eso_1.html(not still working...):

A second significant reason for insisting on this point is the subject of the egregores. What is an egregore? It is the psychic and astral entity of a group. All members of a group, a family, a club, a political party, a religion or even a country, are psychically included in the egregore of the organization to which they belong. Of course, each of us belongs to several egregores at once. Therefore, each individual who is involved in a group receives the influences of the egregores, that is the astral counterpart of the group, in his psyche. This process is unconscious. The resulting drawbacks are, first, some perturbating psychic influences in the majority of cases, and second, a restriction of inner freedom. It is impossible to free oneself from certain egregores, for example the egregores of the country you live in. However, we should free ourselves from all egregores which are not essential. An egregore actually grows by drawing support from the members which constitute it who, in turn, through their repeated actions vivify it, somehow helping it to maintain its power. For a beginner, this is where the danger lies, all the more because of the tendency of man to seek protection, the price of which is often a loss of freedom. We should emphasize here that the association the Philosophers of Nature does not perform any group ritual in order to reduce the influence of its egregore to a minimum.